Cerchi aiuto?

VOLTURA

  • La voltura consiste nel cambio di intestazione del contratto di fornitura Luce o Gas relativo a un'utenza già attiva con Energia Comune. In caso di voltura le condizioni contrattuali restano le stesse e non vi è alcuna interruzione della fornitura. Per dare seguito alla richiesta è necessaria l’autorizzazione del Volturante (colui che richiede la voltura) e del Cedente (il precedente intestatario).

  • Per richiedere la voltura bisogna compilare l’apposito modulo che trovi sul nostro sito. È necessario, inoltre, presentare i documenti d’identità del Cedente e del Volturante e l’atto di locazione o di proprietà dell’immobile dove è ubicata l’utenza da volturare.

  • Se l’utenza luce o gas non risulta in fornitura non è possibile effettuare la voltura. Puoi chiederla al tuo attuale fornitore oppure attendere l’ingresso in fornitura con Energia Comune.

  • Assolutamente no. La voltura non comporta interruzioni nel servizio di fornitura, poiché il contatore continuerà regolarmente a erogare energia o gas.

  • Per conoscere il costo della voltura puoi richiedere un preventivo chiamando il numero 080 2227404, o inviando una mail a servizioclienti@energiacomune.com Il costo sarà addebitato direttamente nella prima fattura utile. La voltura verrà evasa entro 5 giorni lavorativi dalla nostra richiesta al Distributore.

  • La voltura mortis causa consiste nel cambio di intestazione del contratto di fornitura per ereditare l’utenza luce o gas intestata a un familiare deceduto. È necessario inviarci una comunicazione per volturare la fornitura senza dover sottoscrivere un nuovo contratto.

  • La voltura Mortis Causa è l’unico caso per cui non sono previsti dei costi per effettuare l’operazione richiesta. Per richiedere la Voltura Mortis Causa bisogna compilare il modulo che trovi nella sezione modulistica del nostro sito e sono necessari i documenti d’identità del Volturante e del Cedente e il certificato di morte di quest’ultimo.

  • La voltura è un cambio di intestatario del contratto di fornitura e non comporta alcuna interruzione dell'erogazione di energia elettrica o gas. Con il subentro la fornitura viene attivata su richiesta del cliente dopo un periodo in cui l’utenza luce o gas è stata disattivata.

SUBENTRO

  • Il subentro è la riattivazione di una fornitura, precedentemente disattivata da un altro utente, e viene richiesta da un utente diverso da quello che ha richiesto la cessazione del contratto. Il subentro è subordinato alla sottoscrizione di un contratto di fornitura luce o gas.

  • Per richiedere il subentro bisogna compilare l’apposito modulo che puoi trovare nella sezione modulistica del nostro sito. Ti basterà fornire il codice POD o PDR e il tuo Codice Fiscale. È necessario, inoltre, presentare l’atto di locazione o di proprietà dell’immobile dove è ubicata l’utenza. Puoi completare la richiesta:
    • Online sul sito www.energiacomune.com
    • Recandoti in uno Sportello territoriale
    • Chiamando il Servizio Clienti al numero 080 2227404

  • Per conoscere il costo del subentro puoi richiedere un preventivo chiamando il numero 080 2227404, o inviando una mail a servizioclienti@energiacomune.com Il costo sarà addebitato direttamente nella prima fattura utile. Per la fornitura di energia elettrica il subentro viene evaso entro 7 giorni lavorativi dalla nostra richiesta al Distributore, mentre per la fornitura di gas naturale vien evaso entro 10 giorni lavorativi dalla nostra richiesta al Distributore.

  • Le modifiche tecnico contrattuali consistono nella modifica della potenza, del voltaggio o della tipologia uso del contatore. Con Energia Comune è possibile effettuare un subentro a parità di condizioni di connessione, vale a dire che l’utenza luce o gas viene attivata ereditando le precedenti condizioni tecnico/contrattuali. Se si desidera modificare tali condizioni è possibile farlo quando il subentro è stato evaso e l’utenza è attiva.

  • Con il subentro la fornitura viene attivata su richiesta del cliente dopo un periodo in cui l’utenza luce o gas è stata disattivata. La voltura, invece, consiste nel cambio di intestatario del contratto di fornitura e non comporta alcuna interruzione dell'erogazione di energia elettrica o gas.

AUTOLETTURA

  • L'autolettura consiste nel rilevare in autonomia i dati di consumo indicati sul contatore Luce o Gas. È utile per mantenere un profilo di consumo corrispondente alle reali abitudini. Inviare l’autolettura ogni mese è importante perché evita la possibilità di ricevere in bolletta i consumi stimati così da avere un quadro sempre aggiornato del.

  • Rilevare l’autolettura è molto semplice, basta recarsi vicino al proprio contatore e comunicare il consumo indicato. Per l’autolettura GAS se si possiede un contatore di vecchia generazione è necessario comunicare le cifre in nero indicate prima della virgola. Se si possiede un contatore elettronico, invece basta premere sul tasto a destra per visualizzare i consumi. Anche in questo caso è necessario comunicare le cifre prima della virgola. Per l’autolettura LUCE basta premere sul tasto a destra del contatore fino a visualizzare la voce “Lettura”. In questo caso è necessario comunicare i valori A1- A2- A3- oppure F1-F2-F3 .
    È importante comunicare tutte le tre fasce di consumo per poter rilevare correttamente l’autolettura.
    Per i clienti domestici:
    • F1 indica il consumo dalle ore 8:00 alle ore 19:00 a esclusione delle festività nazionali;
    • F2 e F3 indicano i consumi dalle ore 19.00 alle ore 08.00 nei giorni dal lunedì al venerdì e tutte le ore dei giorni di sabato, domenica e festività nazionali.
    Per i clienti non domestici:
    • F1 indica il consumo dalle ore 8:00 alle ore 19:00 nei giorni dal lunedì al venerdì a esclusione delle festività nazionali;
    • F2 indica il consumo dalle ore 19:00 alle ore 23:00 e dalle ore 07.00 alle ore 08.00 nei giorni dal lunedì al venerdì e dalle ore 07.00 alle 23.00 nei giorni di sabato a esclusione delle festività nazionali;
    • F3 indica il consumo dalle ore 23.00 alle ore 7:00 nei giorni dal lunedì al sabato e tutte le ore dei giorni di domenica e festività nazionali.
    Anche in caso di una tariffa monoraria vanno rilevate tutte e tre le fasce orarie.

  • L’autolettura deve essere comunicata dal 20 al 25 di ogni mese. È importante rilevarla e trasmetterla in queste date poiché se comunicata in anticipo o in ritardo comporterebbe il rischio di ricevere in fattura consumi stimati.

  • Assolutamente sì, saremo a tua completa disposizione per fornirti supporto per la rilevazione dell’autolettura e sarà più facile di quanto tu creda.

  • Può succedere di sbagliare e per questo verifichiamo sempre la conformità dei dati inviati. Qualora l’autolettura non dovesse risultare conforme, sarà nostra premura comunicartelo. Il dato errato non sarà preso in carico così da evitare consumi indesiderati in bolletta. Potrai rettificare l’autolettura errata in qualsiasi momento dal 20 al 25 del mese di competenza.



Contattaci